Pronto intervento psicologico
Pronto intervento psicologico – COMUNITA’ 2.0
28 Agosto 2018
Rischio Vesuvio e Campi Flegrei, firmati i gemellaggi con le Regioni.
19 Giugno 2019
Show all

Un incontro per programmare gli interventi di pulizia dei regi lagni.

foto Massimo Pica

Lo scorso 31 Agosto, sono stata invitata a partecipare ad un incontro voluto dal Sindaco di Marzano.

Il sindaco si è preso carico di organizzare un vertice, un incontro tra tutti gli amministratori del Vallo.

I regi lagni sono un’opera di ingegnerie tramandataci dal predominio spagnolo. Potrebbero, quindi, essere di diritto ricompresi anche all’interno del patrimonio culturale campano per la storia di cui sono impregnati.

Servivano ad evitare le inondazioni di un fiume particolarmente indomito a quel tempo.

Ancora oggi, i regi lagni svolgono un importante funzione contro le bombe d’acqua, inondazioni, e dissesto idrogeologico.

I Regi lagni sono un presidio alla tenuta idrogeologica delle province di Caserta, Napoli, Benevento e Avellino, 99 comuni in tutto.

La casa di quasi 3 Milioni di persone dipende dal corretto funzionamento di questi 1000 km di canali.

Le preoccupazioni dei sindaci dell’area sono, a ragione, concentrate sui Regi Lagni e la loro pulizia.

Infatti, non dobbiamo dimenticare le gravi conseguenze causate dal nubifragio di questa estate.

Bombe d’acqua ormai, sono sempre più frequenti anche se improvvise. Questo ci obbliga a tenere alta l’attenzione.

Le conseguenze non si riflettono solo sulla mobilità, sempre precaria delle nostre zone, ma anche sull’economia della Regione. Le piogge insistenti causano danni enormi all’agricoltura e nelle zone del Vallo la raccolta delle nocciole, in particolare, può andare facilmente perduta.

Data l’importanza dell’argomento sono intervenuta come dirigente della Protezione Civile della Campania per spiegare il piano di interventi relativo alla questione e il cronoprogramma di interventi.

Le casse sempre al limite degli enti comunali poco possono per mettere a disposizione i mezzi finanziare per far fronte alle emergenze.

Le gravi situazioni determinate da piogge sempre più impetuose richiedono un coordinamento istituzionale territoriale.

Non posso che essere più d’accordo nella necessità di questo incontro anche per rinnovare la vicinanza della Regione al problema e rassicurare i comuni sulle attività programmate e pronte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *