Piano Regionale di contrasto agli incendi boschivi
Incendi boschivi: un Piano per gli anni 2018-2020
4 Giugno 2018
Pronto intervento psicologico
Pronto intervento psicologico – COMUNITA’ 2.0
28 Agosto 2018
Show all

LA TERRA TREMA. IL PENSIERO A L’AQUILA ( o all’Irpinia dell’80?)

Il terremoto fa sempre paura. Anche oggi, sempre.

Il movimento di lampadari e mobili mi ha sempre fatto molta impressione.

Nel periodo in cui fui chiamata come Ingegnere funzionario per la ricostruzione a L’Aquila, ricordo di non essermi mai abituata alle piccole scosse di assestamento successiva alla tragedia.

Nei giorni scorsi l’epicentro è stato in Molise vicino a Montecilfone, Campobasso, ma anche l’Irpinia, nel baianese e nella Valle Ufita è stato percepito chiaramente e ha risvegliato le nostre vecchie paure e i ricordi di tanti anni fa in alcuni.

Questa volta non ci sono stati danni a cose o persone ma ciò non toglie che la centrale operativa dei VVFF è stata oggetto di telefonate preoccupate da parte dei cittadini.

Segnalazioni per lo più di persone particolarmente spaventate in cerca di rassicurazioni.

Per questo ho utilizzato tutti i mezzi a mia disposizione per alleviare le preoccupazioni dei cittadini della mia rete social condividendo quelle informazioni utili di cui venivo a conoscenza comunicandole, anche attraverso la mia pagina personale Fb.

In qualità di delegata della Protezione Civile posso affermare che anche stavolta il corpo di volontari ha agito in maniera professionale e nel pieno controllo.

Gli enti e i diversi corpi si sono mantenuti in stretto contatto per avere il quadro completo della situazione. La responsabile della Prot.Civ., il Governatore De Luca ed io siamo stati costantemente aggiornati.

La centrale operativa mantiene un controllo capillare di ciò che accade, in occasioni come questa grazie alle più moderne attrezzature informatiche.

La scossa è stata breve ma intensa, di magnitudo più alta di quella di agosto di 4.7. E’ arrivata a 5.2. e poi le immancabili scosse minori di assestamento.

In Molise le case più vecchie registrano crepe alle pareti ma poteva andare peggio.

Dall’80 l’Irpinia e quei territoti vivono sapendo che prima o poi ci sarà un’altra scossa.

Noi nel frattempo ci siamo preparati al meglio costruendo case antisismiche con tecniche sempre più all’avanguardia, come ricordo dagli studi del mio dottorato.

Ma non basta.

La protezione Civile è impegnata da anni con le esercitazioni più disparate. A scuola perché tutti sappiano come comportarsi in casi come questi.

Inoltre, consapevoli di vivere un territorio estremamente giovane e in piena attività ci manteniamo vigili anche grazie all’Istituto di vulcanologia che guarda al Vesuvio e ai Campi Flegrei.

Nei prossimi mesi stiamo organizzando una grande esercitazione proprio per essere pronti ed abituati a gestire le situazioni di pericolo connesse a quei vulcani le cui attività sono sempre precedute da terremoti più o meno forti.

La protezione Civile è sempre pronta.

Se sei interessato/a a partecipare come volontario chiedi informazioni al gruppo del tuo comune o della tua provincia, saranno felici di accoglierti.

Scegli il modo migliore per renderti utile per migliorare la tua comunità. Insieme possiamo migliorare, poco alla volta, con il tuo aiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *